Contatti112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Continua la campagna vaccinale anti Covid-19 in Asl 4 con la somministrazione delle prime, seconde, terze e, ora, anche quarte dosi. Queste ultime saranno riservate agli ultraottantenni e alle persone con più di 60 anni con elevata fragilità e per le persone immunocompromesse sopra i 12 anni, secondo le indicazioni ministeriali, con un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla terza dose.

  • Prenotazioni:

Le prenotazioni potranno essere effettuate da martedì 19 aprile 2022, secondo i consueti canali:
il portale prenotovaccino.regione.liguria.it, gli sportelli Cup, il numero verde 800 938 818 e le farmacie abilitate al servizio Cup.

  • Somministrazioni:

Le somministrazioni cominceranno dal giorno seguente, mercoledì 20 aprile 2022, e si svolgeranno nell’Hub di piazza Leonardi 1-2, a Chiavari, che sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 14, e il sabato, dalle 8 alle 18. 

  • Vaccinazione a domicilio:

È prevista la vaccinazione a domicilio grazie all’équipe di Asl 4, composta da un medico e un infermiere, che raggiungerà le persone nelle loro abitazioni. Per ricevere la visita a domicilio degli operatori è necessaria la segnalazione del medico di medicina generale tramite l’apposito portale. In seguito alla segnalazione, i cittadini saranno contattati dai nostri operatori per concordare le modalità di somministrazione.

  • Persone allergiche:

Come per le precedenti dosi, le persone allergiche dovranno recarsi in opportuna sede protetta all’ospedale di Lavagna, previa segnalazione del medico di medicina generale.

La somministrazione delle quarte dosi coinvolgerà anche gli ospiti di tutte le Rsa del territorio, che riceveranno il vaccino nelle strutture da parte degli operatori sanitari.

 

Quarta dose per le persone immunocompromesse

L’ulteriore dose di richiamo sarà somministrabile a tutti i soggetti di età pari o superiore a 12 anni, che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi dopo un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dalla dose addizionale stessa.

I soggetti che rientrano nella categoria degli immunocompromessi le persone sottoposte a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario, mostrano un significativo beneficio, in termini di risposta immunitaria, a seguito della somministrazione di una dose aggiuntiva di vaccino

In particolare sono incluse le seguenti condizioni (che potranno essere aggiornate sulla base di evidenze disponibili):

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica)
  • attesa di trapianto d’organo
  • terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART)
  • patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
  • immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.)
  • immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.)
  • dialisi e insufficienza renale cronica grave
  • pregressa splenectomia
  • sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico
  • Modulo di Consenso BOOSTER
  • Autocertificazione Dosi Addizionali

Regione Liguria

 

 

Comunicato stampa

 

 

Pubblicato:

torna all'inizio del contenuto