Contatti112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Seguici su:

Regione Liguria ha prorogato al 30 giugno 2020 la scadenza per il rinnovo annuale dei certificati di esenzione del ticket.
Si ricorda che è possibile rinnovare l’esenzione anche dopo il 30 giugno 2020, in particolare si può chiedere il rinnovo del certificato direttamente nel momento in cui ci sia bisogno di una richiesta medica.
Si ricorda che non è necessario andare agli sportelli il giorno stesso della scadenza in quanto i requisiti necessari per il diritto all’esenzione devono sussistere all’atto della prescrizione del medico.La scadenza non vale per gli ultra 65enni e per i bambini sotto i sei anni, per i quali Regione ha deciso di prorogare automaticamente la validità dei certificati a condizioni di reddito invariate: il loro certificato di esenzione (identificabile con il codice E01) ha validità illimitata e quindi possono continuare ad utilizzarlo. Se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e viene superato il tetto previsto dalla normativa, non si ha più diritto all’esenzione e bisogna al più presto segnalare la variazione alla propria Asl compilando il modulo revoca del certificato di esenzione per reddito. Ogni Asl, infatti, effettua i controlli sulla veridicità delle autocertificazioni. In caso di falsa dichiarazione vengono recuperati gli importi non pagati per le prestazioni erogate e vengono applicate le sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente.

Proroga al 30 giugno 2020

In questa sezione sono disponibili tutte le informazioni sull’esenzione ticket per reddito per l’anno 2020.
La scadenza per il rinnovo dei certificati annuali di esenzione ticket per reddito con scadenza 31/12/2019 è stata spostata al 30 giugno 2020.

Cittadini di età superiore ai 65 anni e minori di 6 anni

Se le condizioni di reddito non sono cambiate, i cittadini di età superiore ai 65 anni e i minori di 6 anni con esenzione E01 non dovranno presentare l’autocertificazione che attesti la propria posizione reddituale.

  • Validità autocertificazione
    • Il certificato di esenzione (codice E01) ha validità illimitata se le condizioni di reddito non cambiano.
  • Diritto all’esenzione
    • Se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e viene superato il tetto previsto dalla normativa, non si ha più diritto all’esenzione e occorre comunicarlo al più presto alla propria Asl compilando il Modulo revoca del certificato di esenzione per reddito.
      Ogni Asl effettua i controlli sulla veridicità delle autocertificazioni. In caso di falsa dichiarazione vengono recuperati gli importi non pagati per le prestazioni erogate e vengono applicate le sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente.

Altre casistiche

  • Proroga al 30 giugno 2020
    • Per chi invece deve autocertificare la propria posizione avrà tempo fino al 30 giugno 2020.
  • Cittadini interessati I cittadini che hanno presentato autocertificazioni per esenzioni per reddito dal ticket sanitario (non riconosciute automaticamente dai sistemi informatici del ministero dell’Economia) e in scadenza il 31 dicembre 2019, il cui diritto all’esenzione è stato prorogato al 30 giugno 2020 sono:
    • Codice E02 (disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico)
    • Codice E03 (titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico)
    • Codice E04 (titolari di pensioni minime e con età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico)
    • Codice EPF (cittadini di età tra i 6 anni e i 65 anni, affetto da patologia cronica appartenente ad un nucleo familiare fiscale con reddito complessivo lordo inferiore a 36.151,98 euro)

Rinnovo dell’esenzione

  • È possibile rinnovare l’esenzione anche dopo il 30 giugno 2020, in particolare si può chiedere il rinnovo del certificato direttamente nel momento in cui ci sia bisogno di una richiesta medica.
    • Per il rinnovo occorre:
      • Dichiarare la propria posizione compilando il modulo di autocertificazione per esenzione da reddito scaricabile in questa pagina o reperibile presso gli uffici preposti della propria Asl o degli ospedali.
      • Consegnare il modulo, debitamente compilato e firmato, agli uffici preposti della propria Asl o degli ospedali.

SI RICORDA CHE NON È NECESSARIO ANDARE AGLI SPORTELLI IL GIORNO STESSO DELLA SCADENZA
IN QUANTO I REQUISITI NECESSARI PER IL DIRITTO ALL’ESENZIONE DEVONO SUSSISTERE ALL’ATTO DELLA PRESCRIZIONE DEL MEDICO.

  • Validità autocertificazione
    • L’autocertificazione ha validità annuale e va presentata ogni anno.
  • Diritto all’esenzione
    • Se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e viene superato il tetto previsto dalla normativa, non si ha più diritto all’esenzione e occorre comunicarlo al più presto alla propria Asl compilando il Modulo revoca del certificato di esenzione per reddito. Ogni Asl effettua i controlli sulla veridicità delle autocertificazioni. In caso di falsa dichiarazione vengono recuperati gli importi non pagati per le prestazioni erogate e vengono applicate le sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente.

 


 

  • Anche quest’anno, a condizioni di reddito invariate, gli ultra 65enni e i minori fino a 6 anni non dovranno recarsi agli sportelli della Asl: il loro certificato di esenzione (identificabile con il codice E01) ha validità illimitata e quindi possono continuare ad utilizzarlo.
  • Per chi ha meno di 65 anni i certificati vanno rinnovati, ma è necessario farlo solo prima del bisogno sanitario: non si perde alcun diritto presentandosi agli sportelli Asl dopo la data del 31 marzo, termine non perentorio. L’importante è rinnovare l’esenzione prima di una richiesta medica.
  • Inoltre, le persone titolari di esenzione E02 (disoccupati) in possesso dei requisiti previsti, sono tenute al rinnovo dell’esenzione alla sua scadenza annuale (31/12).
    È importante ricordare che se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e viene superato il tetto previsto dalla normativa, non si ha più diritto all’esenzione e bisogna al più presto segnalare la variazione alla propria Asl.

Link Alisa

Pubblicato:

 torna all'inizio del contenuto